Main menu

Contesto storico

Velikoletchansky istituto per gli orfani della Gran Guerra Patria è stato aperto nel villaggio di Velikie Letsy nel 1946 sulla ex tenuta di Accademico V.V. Adamov.
Nel 1961 sono stati costruiti 2 edifici, sala caldaie, sala da pranzo, spazi per uffici, e l'orfanotrofio è stato riorganizzato in una scuola sanatorio collegio per i bambini con tubercolosi inattiva.

Il 1° agosto 1996 è stato riaperto l’orfanotrofio per i bambini di età compresa tra 3-18 anni, con 150 posti. Nel corso degli anni, migliaia di bambini svantaggiati e malati sono passati attraverso le mani e i cuori dei dipendenti della nostra istituzione educativa.
Per il momento all'orfanotrofio ci sono 116 bambini. Il principio di base per la completazione del nostro istituto è la conservazione dei rapporti familiari tra i bambini. Quindi molti di loro sono fratelli e sorelle delle ex famiglie numerose..

Obiettivi principali:

  1. Creare condizioni simili a quelli di casa;
  2. Dare ai bambini l'amore e l'affetto;
  3. Aiutarli a sentirsi cittadini a pieno titolo.

 

Per raggiungere questi scopi, abbiamo tutto il necessario:

  1. Edificio dormitorio attrezzato a tipo di appartamento, in cui i bambini vivono con le loro famiglie (abbiamo 9 famiglie e 2 gruppi di asilo). In ogni gruppo lavorano gli educatori - mamma e papà;
  2. Sala sportiva, palestra, sala da ballo, giochi sportivi;
  3. Biblioteca, gruppi di interessi, in cui i bambini possono impegnarsi dopo la scuola.
  4. Unità medica con sala di fisioterapia.

 

I nostri bambini sono partecipanti permanenti e vincitori del Festival dell’arte repubblicano per i bambini orfani "Vyaselkavy Karagod", Festival Internazionale "Generazione XXI secolo", Concorso repubblicano "Vitamina verde".
Noi prestiamo molta attenzione al problema dell’orientamento professionale, collocamento al lavoro dei maturandi, controlliamo il loro destino, cerchiamo di fornirli tutta l'assistenza possibile.
Durante il periodo 1997-2010 venticinque bambini sono tornati alle loro famiglie biologiche, più di trenta bambini sono stati adottati da famiglie italiane. Per il resto di bambini orfanotrofio rimane loro casa. Molti di loro (circa 100 persone all'anno) vanno in Italia per il risanamento, frequentano colonie per bambini, durante le vacanze stanno in famiglie dei dipendenti dell'orfanotrofio.